Afefa.info

Tieni la tua faccia al sole e non puoi vedere un'ombra

Agricoltura 0 Comments

Europa 2031: meno area sotto i cereali e più sotto le colture proteiche

Nei prossimi dieci anni, la Commissione Europea prevede che la produzione di grano diminuirà del 2,5% in 27 Stati, mentre la produzione di zucchero rimarrà invariata. Le superfici sotto la coda di zucchero diminuiranno leggermente entro il 2031. gli anni, che saranno compensati da una maggiore resa di zucchero per ettaro, sono nella previsione della produzione agricola DELL’UE per i prossimi dieci anni.

Rispetto a 2021. ci sarà una riduzione generale dell’area sotto i grani NELL’UE. Si prevede che entro il 2031. la produzione dovrebbe essere di 276 milioni. tonnellate di cereali (grano, mais e orzo) è del 2,5 per cento.

Meno bestiame?
Si prevede che anche il consumo di grano NELL’UE diminuirà. Il declino si riferisce al grano 6,4 per cento e orzo 11,6 per cento. Questa tendenza è legata alla riduzione della produzione di bestiame in Europa. Avranno bisogno di meno per nutrire il bestiame. Allo stesso tempo, il consumo per il consumo umano aumenterà leggermente.

L’UE rimarrà un forte esportatore nel mercato globale e la principale concorrenza sarà la regione del Mar Nero, dove la produzione è in crescita. Nel rapporto, prevedono un leggero aumento dei prezzi nel corso del 2025. entro il 2031. anni.

Come sarà la produzione agricola in Europa nel 2031?

Per quanto riguarda le colture proteiche, si è ipotizzato che l’area assegnata aumentasse del 19% durante il periodo di previsione. Poiché queste colture continuano a suscitare interesse grazie ai loro vantaggi agronomici e alle prospettive di mercato, si prevede che i rendimenti aumenteranno del 14% entro il 2031. Si prevede che una crescita significativa della produzione raggiungerà il 33% a 5,2 milioni di tonnellate nel 2031. Il consumo NELL’UE crescerà e raggiungerà 5,6 milioni di tonnellate nel 2031.. un aumento del 14% rispetto al 2021.

La produzione di legumi, oltre a una serie di benefici ambientali, è molto importante perché sono materie prime per la produzione di mangimi per animali e il cambiamento delle abitudini della popolazione aumenta la domanda di cibo umano.

Il mercato delle barbabietole da zucchero è stabile, ma l’aumento dei Prezzi dello zucchero
L’UE prevede che le superfici sotto la coda di zucchero NELL’UE entro il 2031. l’aumento della resa per ettaro è stato equiparato negli ultimi dieci anni (2010. entro il 2020.) rispetto al periodo precedente (2000. fino al 2010.).

Nel 2031. si prevede che la produzione di zucchero di 16 milioni di tonnellate supererà in media 500.000 tonnellate negli ultimi anni. Il consumo di zucchero in Europa è in calo dello 0,5% a causa della transizione della popolazione a una dieta più sana.

Le esportazioni di zucchero aumenteranno del 2,5% e le importazioni diminuiranno in parallelo con il calo della domanda. L’UE sottolinea che nei prossimi dieci anni ci sarà un aumento dei Prezzi dello zucchero, e poi una tonnellata costerà 400 euro.

Quando si tratta di raffinerie di petrolio, si prevede che la superficie saranno simili alle attuali, o circa 10,7 milioni di ettari. Si raggiungerà il picco a metà del periodo di previsione, ma inizierà a diminuire a causa della minore domanda di cibo e petrolio. La produzione NELL’UE sarà la più grande nel 2027., e costituiscono 32,1 milioni di tonnellate, e 2031. dovrebbe essere ridotto a 31,2 mil. t.

Related

Agricoltura
Chi tiene la maggior parte della terra in fiamme? Scopri chi è in Top10 in Croazia

La terra su ugaru zona significativa dal punto di vista ambientale. Viene applicato con l’obiettivo di ricostruire la fertilità del […]

Agricoltura
Adama apre un nuovo impianto dedicato alla produzione di erbicidi TOV

Adama apre una nuova unità di produzione a Londrina, in Brasile, che sarà dedicata esclusivamente alla produzione di erbicidi con […]

Agricoltura
Il prezzo del pane è in calo, mentre il prezzo del grano duro cresce

I prezzi del grano di grano negli Stati Uniti sono diminuiti dopo che i dati Dell’USDA (USDA) sono stati pubblicati, […]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *